Buongiorno carissimi e affezionatissimi lettori. Con il post di oggi iniziamo a parlare di qualcosa che ci ha davvero emozionato durante il nostro ultimo viaggio nei Balcani. Fino ad ora si è parlato di strade, budget e consigli di questo genere. Oggi però ci immergiamo nella natura parlandovi delle cascate di Kravice.

Le cascate di Kravice

Le cascate di Kravice sono una delle attrattive naturali più spettacolari della Bosnia. Si trovano a due passi dal confine con la Croazia. Nella località di Kravice, appunto, il fiume Neretva trova un enorme balzo, creando uno degli scenari naturali più belli della Bosnia. Per chi ama la bellezza della natura nella sua forza è consigliabile visitare le cascate in primavera. Le acque sono più abbondanti e le cascate più impetuose. In estate però il fiume è balneabile e si può nuotare quasi fin sotto la caduta dell’acqua.

Cascate di Kravice

Cascate di Kravice (foto presa da Flikr con diritto di riutilizzo)

Come arrivare alle cascate di Kravice

Noi abbiamo raggiunto le cascate di Kravice in macchina, impostando banalmente il navigatore sulla destinazione. Se viaggiate con mezzi pubblici possiamo consigliare magari di aggregarvi ad un gruppo guidato. Ogni albergo ha i contatti di agenzie e tour, e in particolare tutti offrono un tour abbastanza interessante. Il giro in questione dura un giorno e farebbe base a Mostar. Partendo da lì in un giorno si visiterebbe il monastero dervisci di Baglaj, le cascate di Kravice e Medjugorje.

Una buona organizzazione

Arrivando alle cascate di Kravice abbiamo potuto constatare che in questo posto l’organizzazione non manca affatto. Si tratta di un luogo frequentato soprattutto dai bosniaci, infatti i turisti si iniziano a vedere solo da pochi anni, ma lo staff ha pensato davvero a tutto. Già al nostro arrivo abbiamo trovato un parcheggio molto ordinato e ben fatto, con un bar e i bagni nelle immediate vicinanze. Subito dopo abbiamo raggiunto il punto in cui pagare i biglietti d’ingresso e abbiamo iniziato la nostra discesa verso il letto del fiume.
Una volta arrivati giù abbiamo potuto apprezzare la presenza di alcuni bar e soprattutto la vigilanza di bagnini, con tutto ciò che riguarda anche la sicurezza della balneazione.

Cascate di Kravice

Cascate di Kravice

La nostra esperienza

Noi abbiamo passato due o tre ore alle cascate di Kravice. Non eravamo in tenuta da bagno, venivamo da un giro in altre località, ma siamo riusciti comunque a rilassarci e non poco.
Le cascate sono un vero spettacolo, si iniziano a vedere già durante la discesa del costone. Una volta arrivati giù si può attraversare il fiume tramite una passerella e, proprio dal centro di questo passaggio, si gode una delle viste più belle sulla cascata. Le sponde del fiume vicino alle cascate sono particolarmente affollate. Qui il relax non è tanto protagonista, piuttosto c’è gente che si tuffa, bambini che giocano e situazioni del genere. Noi abbiamo preferito inoltrarci lungo il fiume per fermarci sulla riva più in basso. Qui ci siamo goduti un po’ di pace, guardando pesci e rane saltellanti.

Essendo vicinissimo alla Croazia, potete visitare questo posto anche partendo da Dubrovnik. Non aspettatevi la magnificenza dei laghi di Plitvice però. Il paragone non andrebbe neanche fatto, ma spesso si leggono online richieste di informazioni e le differenze fra i due luoghi sono tante. Qui i prezzi sono molto ridotti rispetto ai famosi laghi e si ha la possibilità di godersi un po’ di sano relax, fare il bagno, bere qualcosa al bar. Anche se in certi momenti pare esserci una folla da spiaggia, lo scenario resta comunque bello, verde e rigoglioso.

Mi dispiace non esser riuscito a scattare foto decenti ma spesso il mio equilibrio era precario. Sulla passerella c’è un continuo viavai e non si riusciva mai a stare fermi, mentre altre inquadrature non rendono per niente l’idea di quanto sia bello questo posto.

Costi parcheggio e biglietti per le cascate di Kravice

Per quanto riguarda i costi da mettere in preventivo potete prendere la gita davvero a cuor leggero. Il parcheggio ha una tariffa oraria accessibile, ma essendo arrivati di pomeriggio abbiamo pagato 2 Marchi (1€) senza nessuna fiscalità sull’orario.
Il biglietto d’ingresso vero e proprio è costato 6 Marchi (3€) a persona.
Ne è valsa davvero la pena.

 

…prima di continuare ti va di darmi un piccolo aiuto per ripagarmi del lavoro fatto per scrivere questo articolo. Basta un semplice clic  e una condivisione su Facebook per farmi conoscere ai tuoi amici … A te non costa nulla e per la crescita del mio blog vuol dire molto… Non vorrai mica tenere tutte queste importanti informazioni per te vero?

Grazie Mille !!!

Abbiamo bisogno del tuo aiuto! Se ti siamo stati utili, clicca sul MI PIACE!
Logho di Viaggie Merende

Il nostro itinerario in Bosnia nei dintorni di Mostar

Facebook Google+ Twitter Instagram Buongiorno a tutti i nostri lettori. Con il post di oggi ritorniamo a parlare del nostro ultimo viaggio. Vogliamo...
Leggi...

Visitare Mostar e rimanerne stupiti

Facebook Google+ Twitter Instagram Se state organizzando il vostro viaggio nei Balcani avete sicuramente messo in programma di visitare Mostar. Noi...
Leggi...

La moschea di Koski Mehmed-Pasha a Mostar

Facebook Google+ Twitter Instagram Buongiorno ai nostri affezionati lettori. Continuiamo a parlare di Balcani e di Bosnia e Erzegovina. Questo paese...
Leggi...

Blagaj Tekija, un monastero derviscio da visitare assolutamente

Facebook Google+ Twitter Instagram Vicino Mostar, in Bosnia Erzegovina, c’è una piccola cittadella turco ottomana che sorge sul fiume Buna. Vi...
Leggi...

Un tuffo alle cascate di Kravice

Facebook Google+ Twitter Instagram Buongiorno carissimi e affezionatissimi lettori. Con il post di oggi iniziamo a parlare di qualcosa che ci ha...
Leggi...
google-site-verification=QpCLLbcb8ZcIS_W9vuz4VZ3Cw87PxixAS8sKV5z-k_M