Buongiorno amici lettori del blog. L’estate è iniziata ufficialmente ma cerchiamo di mantenere il giusto ritmo con le pubblicazioni. In questo periodo dobbiamo conciliare la programmazione di un interessante viaggetto estivo con il continuo aggiornamento del blog, e la cosa ci intriga molto, è una bella sfida. Oggi vogliamo darvi un piccolo spunto per un tour da fare a Roma. Non parleremo di monumenti, quartieri, storia antica, ma di street art. Ad oggi potete pensare di impiegare una piacevole serata andando alla ricerca di ciò che rimane dell’invasione di Roma di Space Invader.

Space Invader e la street art

Una piccola premessa per introdurre l’argomento è d’obbligo. Space Invader è uno degli street artists più famosi al mondo. Artista francese ormai proiettato in una carriera di livello mondiale. Ha fatto del pixel la sua bandiera. Ha invaso molte città del mondo con i suoi mosaici. Per i giovani è ormai quasi un punto di riferimento, almeno per chi segue questo movimento artistico e culturale. Io personalmente quando giro in Europa cerco sempre di informarmi sulla presenza eventuale di sue opere nei quartieri che visiterò.

L’abitudine di Space Invader è di “invadere” una città e poi produrre delle mappe in cui vi sono riportate le indicazioni per poter vedere ogni sua installazione, ogni singolo mosaico. Ogni mappa riporta tutto il percorso da lui effettuato, indicando un punteggio per ogni mosaico applicato, fino a stabilire lo score finale. Queste mappe diventano oggetti cult, da collezionare e magari da utilizzare quando si visita una città con l’intenzione di ammirare qualche opera dell’artista.

L’invasione di Roma di Space Invader

L’invasione di Roma di Space Invader risale al 2010. Sono passati 7 anni da quando l’artista ha colorato Roma con una serie davvero massiccia di interventi. I suoi mosaici sono comparsi in tutta la città, anche in quartieri non proprio centrali. Invader ha applicato i suoi tasselli colorati da Trastevere a Garbatella, dalla stazione Termini a Coppedè. L’invasione di Roma di Space Invader pare essere stata una delle più riuscite.

La mappa dell’invasione di Roma di Space Invader

 

mappa dell'invasione di Roma di Space Invader

mappa dell’invasione di Roma di Space Invader

La mappa relativa all’invasione di Roma, prodotta in 1000 copie, è molto ricercata dai collezionisti. Questa mappa presenta alcune particolarità che la rendono davvero interessante. Innanzitutto è prodotta sulla base delle mappe che gli alberghi forniscono ai turisti. L’artista ha voluto mantenere alcune caratteristiche invariate. La curiosità di questa mappa di Roma è che ci sono riportati gli sponsor e gli annunci tipici delle mappe distribuite gratuitamente, ma rivisitati in chiave Space Invader. Un’altra carineria è la presenza degli appunti presi dall’artista sulle strade da percorrere. I segni fatti a penna sono stati stampati sulla mappa dell’invasione. Si possono vedere strade evidenziate, piazze cerchiate e indicazioni sui quartieri della città.

mappa dell'invasione di Roma di Space Invader

mappa dell’invasione di Roma di Space Invader

mappa dell'invasione di Roma di Space Invader

mappa dell’invasione di Roma di Space Invader

Girare per Roma alla ricerca delle opere di Space Invader

Veniamo all’argomento “turistico” della questione. Oggi a 7 anni dall’invasione di Roma di Space Invader non rimane molto delle sue opere. Bisogna dire che molti suoi mosaici spariscono in fretta, ma quelli posizionati in alto o in luoghi difficili da raggiungere resistono per anni. Al momento a Roma è ancora possibile ammirare sue opere a Garbatella, Trastevere, nei pressi di Termini e in centro. Se state programmando un week end a Roma e amate la street art potete prendere spunto da questa mappa per visitare qualche quartiere specifico. Cercare le opere di Invader è molto stimolante, a volte si trova solo traccia della colla che manteneva i mosaici, ma se vi piace la street art trarrete emozione anche da quello. Non dimenticate il fatto che i quartieri indicati nella mappa sono i più battuti dagli street artists. Se non trovate i mosaici di Invader state sicuri che trovate tanta altra arte interessantissima, tutta da scoprire.

Piccolissimo suggerimento: scaricate l’app di Space Invader, potete fotografare e geolocalizzare i mosaici che trovate accumulando punti, è un giochino molto carino.

Un mosaico di Space Invader a Roma

Un mosaico di Space Invader a Roma

 

 

…prima di continuare ti va di darmi un piccolo aiuto per ripagarmi del lavoro fatto per scrivere questo articolo? Basta un semplice clic  e una condivisione su Facebook per farmi conoscere ai tuoi amici … A te non costa nulla e per la crescita del mio blog vuol dire molto… Non vorrai mica tenere tutte queste importanti informazioni per te vero?

Grazie Mille !!!

Abbiamo bisogno del tuo aiuto! Se ti siamo stati utili, clicca sul MI PIACE!
Logho di Viaggie Merende

La Locanda del Fiordo in Costiera Amalfitana

Facebook Google+ Twitter Instagram Buongiorno a tutti i nostri lettori, siamo ancora qui. Vogliamo lasciarvi un consiglio gastronomico da tener...
Leggi...

Il maritozzo del Cornettone a Roma

Facebook Google+ Twitter Instagram Oggi vogliamo dedicare un breve post ad una piccola istituzione per i nottambuli romani. Il maritozzo del...
Leggi...

From Maratea To Matera, il cammino di Gabriele Mazzoccoli

Facebook Google+ Twitter Instagram I nostri sono tempi che privilegiano la velocità, i rapporti umani mediati dalla tecnologia, un’idea di...
Leggi...

Cascate di Monte Gelato – un piccolo e accessibile paradiso vicino Roma

Facebook Google+ Twitter Instagram Cascate di Monte Gelato - un piccolo e accessibile paradiso a 30 minuti da Roma Buongiorno a tutti i nostri cari...
Leggi...

Centro storico e street art a Napoli

Facebook Google+ Twitter Instagram Siamo abituati a pensare ai non luoghi come qualcosa di negativo. I centri commerciali, gli Autogrill, i villaggi...
Leggi...
google-site-verification=QpCLLbcb8ZcIS_W9vuz4VZ3Cw87PxixAS8sKV5z-k_M